IL TRONO DI SPADE 8: tutto quello che c’è da aspettarsi (e non)

IL TRONO DI SPADE 8: tutto quello che c’è da aspettarsi (e non)

L’INVERNO E’ ARRIVATO

Dopo dieci anni la serie TV de Il trono di spade si appresta a dire addio ai suoi fan con l’ottava e conclusiva stagione dello show.

Jorah Mormont e Daenerys Targaryen
Jorah Mormont e Daenerys Targaryen

Questo avverrà nonostante l’autore dei romanzi, George R.R. Martin, dopo essersi dichiarato sorpreso di essere stato superato, abbia specificato come la serie avrebbe potuto proseguire per molti altri anni ancora e come quella di chiudere adesso sia stata un’idea dei due celebratissimi showrunner, David Benioff e D.B. Weiss. Sebbene concluderanno la serie nella direzione indicata loro da Martin anni fa, non è detto che i fatti seguiranno di pari passo quelli che verranno raccontati nei libri di prossima uscita.

A ogni modo lo show televisivo ha già da un pezzo sorpassato la storia dei libri. Martin sostiene di non avere letto un solo script dell’ultima stagione e questo effettivamente ci suggerisce come i futuri romanzi avranno non poche differenze con quanto vedremo. Ulteriore benzina sul fuoco ha gettato lo scrittore dichiarando come per lui quest’ottava stagione non sarebbe dovuta essere l’ultima.

La serie TV di Watchman
La serie TV di Watchman

La data della première è fissata al 14 aprile. In vista dell’imminente epilogo facciamo il punto su quello che abbiamo appreso fino a oggi sulla tappa conclusiva della leggendaria serie targata HBO.

TEASER

Tutto è cominciato con alcuni video che ripercorrevano le storie delle casate protagoniste…

Le prime immagini sono state svelate in un promo sulle novità dell’emittente televisiva (insieme alla serie di Watchman, la seconda stagione di Big Little Lies e il film di Deadwood). Il network via cavo ha successivamente trasmesso due teaser: il primo annunciava l’arrivo ad aprile dei nuovi episodi, il secondo mostrava la guerra fra il ghiaccio e il fuoco (rimando al titolo originale della saga letteraria).

Il primo teaser ha anche inaugurato la campagna promozionale accompagnata dall’hashtag @ForTheThrone, mentre un intero sito è stato dedicato al personaggio di Tyrion Lannister (ruolo che è valso al suo interprete un Golden Globe e tre Emmy). Inoltre il sito Making Game of Thrones pubblica periodicamente retrospettive sui personaggi più famosi con tanto di citazioni e clip.

Tyrion Lannister

Tyrion Lannister

LE STATUE

Bran Stark
Bran Stark

Il primo teaser dell’ultima stagione vedeva la prole degli Stark (Jon, Arya e Sansa) escluso Bran (e qui sono sorti i primi interrogativi) aggirarsi lungo le cripte di Grande Inverno. Come svelato da Sophie Turner allo scorso New York Comic Con le statue del promo non hanno nulla a che vedere con la trama. Kit Harington è stato l’unico dei tre interpreti a essere riuscito a portarsi via dal set la “sua” statua (la quale lo ritrae particolarmente invecchiato), oltre ad alcuni elementi distintivi dell’armatura di Jon Snow: statua che, per inciso, vorrebbe utilizzare come spaventapasseri nella sua campagna.

TRAILER

Nell’ordine si sono succeduti lo spot della birra Bud Light andato in onda durante il Super Bowl, il teaser dell’incontro fra Daenerys e Sansa (sappiamo già che le sorelle Stark non accoglieranno bene l’arrivo di questa regina straniera), un video incentrato sul trucco prostetico dei pericolosissimi Estranei e un altro sugli stunt (abbiamo da poco appreso dal coordinatore Rowley Irlam come la safeword per le situazioni pericolose fosse: “banana“).
Quindi è approdato online il full trailer finale. Alle flotte di divertenti video reaction si è aggiunta quella di un attore della serie: Nicolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister).

A due settimane dalla première è stato rilasciato un nuovo promo con immagini inedite e uno che anticipa l’attesissima reunion fra i personaggi di Jon Snow e Arya Stark. Il teaser Aftermarh ha mostrato le desolanti conseguenze a Grande Inverno della battaglia che Jon e Daenerys (Emilia Clarke) impegneranno contro gli Estranei.

Apposite featurette hanno intervistato gli attori principali a proposito delle loro scene preferite.

Il sabato precedente la prima messa in onda Kit Harington ha condotto il Saturday Night Live ospitando diverse sue co-star e ironizzando sui possibili spin-off della serie. Fra gli ospiti era presente John Bradley (Samwell Tarly) le cui parole di commiato e ringraziamento espresse da Conan O’Brien hanno commosso tutti.

Se nell’ultimo sketch di Jimmy Fallon sono comparsi Sean Bean (Ned Stark) e George Martin, a poche ore di distanza dalla première il programma 60 minutes condotto da Anderson Cooper su CBS mostrerà una scena in anteprima. Ancora, James Corden ha riassunto le puntate precedenti in soli 4 minuti!

POSTER E FOTO

Se i primi poster vedevano tutti quanti i personaggi seduti sul trono di spade, un nuovo poster ha fuso il famigerato trono con la sagoma di un drago: segnale che a sedersi sarà Daenerys o il Re della Notte?

Il poster della fusione
Il poster della fusione

Nel tempo successive infornate di foto inedite ci sono arrivate prima dalla stessa HBO poi da Entertainment Weekly relative al dietro le quinte di tutte le stagioni, e ancora dal sito spagnolo XL Semanal incentrate su Daenerys e Cersei Lannister (Lena Headey). L’emittente ha dunque promesso l’uscita successiva del documentario Game of Thrones: The Last Watch diretto da Jeanie Finlay e della durata di due ore: sarà dedicato al dietro le quinte dell’ultima stagione. L’ultima locandina, accompagnata dalla didascalia The Great War Was Here ci ha mostrato tutti i protagonisti morti sulla neve, così nascondendoci di fatto chi effettivamente morirà.

 Il poster The Great War Was Here
Il poster The Great War Was Here

LOCATION

Dato che i materiali promozionali tendono più a confondere le acque che a svelare, alcune anticipazioni possiamo dedurle da vari elementi. A cominciare dalle location scelte per le riprese.
Sappiamo che si sono svolte principalmente fra la Spagna (dove è situata Fossa del Drago) con Italica vicino Siviglia (location di Roccia del Drago) e l’Irlanda fra Magheramorne Quarry (il set all’aperto di una misteriosa e impressionante scena) e i Tianic Studios (dove è ricostruito Approdo del Re il quale diventerà un set permanente e attrazione turistica insieme alle ricostruzioni di Grande Inverno e del Castello Nero). In proposito, la scenografia Deborah Riley ha scherzato sul fatto che questa stagione l’ha quasi uccisa.

Liam Cunningham (Davos)
Liam Cunningham (Davos)

Liam Cunningham (Davos) ha scattato numerosissime foto, forse l’unico ad avere avuto questo privilegio oltre al fotografo di scena. L’attore ha svelato che, fra gli ospiti eccellenti che hanno visitato il set, c’era nientemeno che George Lucas, il creatore di Star Wars.

SIGLA

Se i credits classici ci mostravano la geografia del mondo fantasy, grazie a un aggiornamento di Carice Van Houten (Melisandre) dalla première newyorchese abbiamo appreso come la sigla d’apertura sia drasticamente cambiata. A scherzarci su ci ha pensato Mondelēz International: dopo avere annunciato una edizione limitata degli Oreo, ha ricreato la sigla di apertura della serie TV con i suoi biscottini.
Alla première di cui sopra hanno preso parte tutti gli attori tranne Lena Headey per problemi di salute. Fra i presenti, scopriamo con piacere della riappacificazione fra Sansa e Joffrey Baratheon, e di come Sansa e sua sorella Arya abbiano minacciato il pubblico in caso di spoiler.

Carice Van Houten (Melisandre)
Carice Van Houten (Melisandre)

INDISCREZIONI

Più spazio rispetto al passato avrà Brienne di Tarth secondo la dichirazione della sua attrice Gwendoline Christie. Fra i ritorni si prevedono nuovi flashback con Rhaegar Targaryen (Wilf Scolding è stato avvistato sul set di Belfast) ed è confermato il largo spazio riservato a Gendry (Joe Dempsie, l’attore che ha dichiarato come molti fan lo scambino per il collega Daniel Portman, interprete del ben più impacciato Podrick), personaggio fondamentale e ultimamente dimenticato dagli sceneggiatori.

Gwendoline Christie (Brienne)
Gwendoline Christie (Brienne)

Al contrario non rivedremo Nestoris della Banca di Ferro di Bravos (l’attore Mark Gatiss ha confermato che non tornerà).

DURATA

Iain Glen (Jorah Mormont)
Iain Glen (Jorah Mormont)

Inizialmente sono state rivelate le durate dei primi due episodi e successivamente dei restanti quattro. Come detto dall’attore Iain Glein (ser Jorah Mormont), e ribadito da Richard Plepler (CEO della compagnia), più che di sei puntate si tratterà di sei film. Ecco le durate ufficiali:

Primo episodio: 54 minuti.
Secondo episodio: 58 minuti.
Terzo episodio: 60 minuti.
Quarto episodio: 78 minuti.
Quinto episodio: 80 minuti.
Sesto episodio: 80 minuti.

Al contrario di quanto anticipato dal regista David Nutter, non dureranno tutte più di un’ora ma come previsto nessuno supererà i novanta minuti. Stando a quanto dichiarato dall’attore Nikolaj Coster-Waldau la troupe ha impiegato più tempo a girare le ultime sei puntate che non le intere stagioni precedenti. C’è difatti voluto un anno per realizzarle: se si considera che normalmente venivano impiegati sei mesi per girare stagioni da dieci puntate, si può ben immagginare l’effettiva portata di queste ultime. Se abbiamo dovuto aspettare così tanto tempo, ci assicurano gli autori, è perché il lavoro sul gran finale è stato immane come potranno testimoniare le stesse immagini.

Nikolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister)
Nikolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister)

EPISODI

Come già avvenuto per le due precedenti stagioni, nessun critico potrà vedere alcun episodio in anteprima.
Recentemente lo sceneggiatore e co-produttore esecutivo Bryan Cogman, unico insieme agli showrunner a scrivere le puntate sin dalla prima stagione della serie, ha indicato i ventuno episodi da rivedere assolutamente prima di intraprendere l’ultimo viaggio.

SPOILER

Per sviare le attenzioni dei curiosi durante le riprese nell’Irlanda del Nord e sulle isole Canarie, la produzione ha adottato alcune precauzioni: l’ultima stagione è stata realizzata con il nome in codice di Face of Angels e gli stessi membri del cast avevano dei nomi in codice per la convocazione sul set. Se i visitatori dovevano coprire le videocamere dei cellulari, gli attori (come rivelato sempre da Nicolaj-Coster Waldau e confermato da Sophie Turner) ricevevono non la sceneggiatura per interno e non su formato cartaceo. Ciascuno di loro aveva un’app sulla quale riceveva le battute da memorizzare per il giorno dopo, e nel giro di ventiquattro ore gli stralci del copione si autodistruggevano. Non a caso già Aidan Gillen (interprete di Ditocorto fino alla precedente stagione, causa ultima del perché adesso le sorelle Stark non si fidino più di nessuno) distruggeva le sceneggiature subito dopo averle lette per evitare di essere coinvolto in possibili leak sulla trama.

Lena Headey (Cersei Lannister)
Lena Headey (Cersei Lannister)

Dal canto suo Lena Headey, tra le ultime a girare le sue scene, ha sempre tenuto il massimo riserbo, almeno quando era sobria.

DAENERYS TARGARYEN

Ora cerchiamo di carpire nuovi indizi dalle dichiarazioni e foto rilasciate da alcuni degli attori protagonisti.

Daenerys Targaryen (Emilia Clarke)
Daenerys Targaryen (Emilia Clarke)

Emilia Clarke si è tatuata tre draghi sul polso. Tra l’altro i due nomi con i quali è conosciuto il suo personaggio, Daenerys e l’appellativo Khaleesi, sono i nomi preferiti dai fan del Regno Unito che hanno deciso di chiamare così i loro figli; seguono in classifica nomi di Arya e di Sansa.

L’attrice è apparsa insieme al collega Kit Harington sulla copertina di Entertainment Weekly. Scommettiamo che i due personaggi dovranno fare i conti con le rivelazioni legate alla loro parentela e che sicuramente non sarà felice dell’arrivo di questa regina straniera la piccola e impavida Lyanna Mormont (la riservata Bella Ramsay).

La copertina di Entertainment Weekly
La copertina di Entertainment Weekly

E dire che la Clarke ci ha provato (scherzosamente) a rivelare alcuni segreti per lanciare un’iniziativa benefica in favore di The Royal College of Nursing Foundation sul sito Omaze. Gli unici ad avere appreso il finale della serie dei record per bocca sua sono la madre (che comunque dimentica le cose) e il cane.

Inoltre dopo avere dichiarato di essere sopravvissuta a ben due aneurismi cerebrali e ricevuto il supporto della collega Lena Headey, Emilia Clarke ha lanciato l’organizzazione benefica SameYou.

Daenerys Targaryen a Grande Inverno
Daenerys Targaryen a Grande Inverno

SANSA STARK

Sophie Turner si è invece tatuata il simbolo della famiglia Stark. Noi non vediamo l’ora di ritrovarla al fianco dell’amatissimo personaggio di Lyanna Mormont, già confermato per l’ultima stagione. La domanda è se vedremo ancora su questo fronte il personggio di Edmure Tully (Tobias Menzies), praticamente scomparso nella sesta stagione e di cui non si è più saputo nulla nonostante la rilevanza.

Sophie Turner (Sansa Stark)
Sophie Turner (Sansa Stark)

Il personaggio di Sansa Stark è uno di quelli che nello show si è evoluto maggiormente: da odiatissima ragazzina a leader di Grande Inverno, ha assunto sempre maggiore rilevanza in una società di stampo medievale e specchiato la riscossa femminile negli anni del #metoo. Non a caso la sua interprete ha commentato la differenza salariale fra gli attori coinvolti sul set nell’ultima stagione.

Sansa Stark sul trono di spade
Sansa Stark sul trono di spade

Fra i ricordi che la Turner ha impropriamente sottratto dal set, oltre al corsetto che indossava sotto i costumi di scena, c’è una misteriosa pergamena che pare contenere un enorme spoiler. L’attrice ha ammesso di avere già svelato il finale a molte persone salvo correggersi e restringere il cerchio, in seguito all’ennesima ondata di odio su Twitter, a sole due persone.

ARYA STARK

Maisie Williams (Arya Stark)
Maisie Williams (Arya Stark)

Maisie Williams, che non teme di essere associata per sempre ad Arya, ha dichiarato di aver dovuto rivedere le prime puntate dello show per potersi meglio “riallacciare” alle ultime che è stata chiamata a girare. In effetti la lista nera di Arya Stark ha al suo attivo ancora molti nomi da spuntare.

L’attrice, che l’anno scorso nel Regno Unito si è “riunita” in una foto con Richard Madden (suo fratello “deceduto” nella serie) in occasione del suo spettacolo I and You all’Hampstead Theatre, ci promette grandi cose in merito alle donne della serie TV: sempre più al comando e al potere. Secondo Sean Bean, l’interprete dell’indimenticato Ned Stark, sarà proprio lei a sedere sul trono di spade.

JON SNOW

Kit Harington non ha svelato il finale nemmeno alla moglie (la quale ricordiamo essere Rose Leslie, interprete della bruta Ygritte conosciuta sul set e “morta” nella quarta stagione), salvo ripensarci e a quel punto la moglie (che si era tenuta alla larga dagli spoiler evitando di guardare il marito mentre leggeva i copioni) non gli ha rivolto la parola per tre giorni. Per quanto soddisfatto del percorso finale del suo personaggio, l’attore non ha però ancora deciso con chi guardare il finale della serie.

Kit Harington (Jon Snow)
Kit Harington (Jon Snow)

Se nei primi tempi non pensava che la serie sarebbe andata avanti oltre la prima stagione, adesso Harington pare certo che nel suo futuro lavorativo non troverà più un progetto all’altezza de Il trono di spade: come è certo che in futuro non troverà un altro personaggio che amerà più di Jon Snow. Sta di fatto che, sebbene abbia affermato di non volere prendere parte ai futuri spin-off e il suo desiderio di prendere le distanze dal personaggio di Jon Snow, continua a mantenerne il look in quanto egli… è ancora una proprietà HBO!

Jon Snow sul trono di spade
Jon Snow sul trono di spade

MERCHANDISE

Ma come siamo stati intrattenuti nel tempo intercorso fra la fine della settima stagione e l’inizio dell’ultima?

Sono usciti: una valanga di addobbi natalizi, il Monopoly in versione fantasy, il gioco di società Oathbreaker, i Funko Pop! dedicati ai creatori della serie, le due birre di Ommegang chiamate La Madre dei Draghi e La Regina dei Sette Regni e i boccali ufficiali, i modelli a tema delle sneaker di Adidas.

Arya Stark sul trono di spade
Arya Stark sul trono di spade

Sono state annunciate: l’apertura di un bar pop-up a Chicago, l’uscita a maggio di quest’anno di quattro nuove action figure dedicate ai personaggi di Jon Snow, Arya Stark, Daenerys Targaryen e il Re della Notte. Un grandissimo spettacolo hanno offerto i getti d’acqua della famose fontane dell’Hotel Bellagio di Las Vegas intermezzate dalle immagini dei tre draghi e accompagnate dall’esecuzione dell’iconico theme.
Per tenere alto l’hype, alcuni degli attori hanno lanciato un’iniziativa denominata la Ricerca del Trono e che invita gli spettatori a rintracciare le sei riproduzioni del Trono nascoste in diverse parti del mondo: a ogni ritrovamento viene rilasciato un indizio per la ricerca della traccia successiva.

SPIN-OFF

La HBO è talmente soddisfatta di come sono andate le cose che vuole continuare a lavorare con i creatori della serie. Se l’attore Owen Teale si è espresso favorevole alla possibilità di vedere il suo Alliser Thorne protagonista di un prequel, Geroge R.R. Martin ha confermato che almeno uno degli spin-off in cantiere non sarà realizzato mentre almeno tre prequel sono in sviluppo. L’unico di cui le riprese comicieranno a ottobre sulle isole Canarie e nell’Irlanda del Nord, e provvisoriamente intitolato The Long Night, vede come protagonista Naomi Watts.

Cersei Lannister sul trono di spade
Cersei Lannister sul trono di spade

Nel cast sono stati annunciati Miranda Richardson, Billy Zane e Josh Whitehouse (Poldark). Fra le presenze regolari Marquis RodriguezJohn Simm,Richard McCabe,John Effernan Dixie Egerickx.

La nuova serie sarà ambientata in un periodo temporale precedente di 5000 anni indi per cui i Targaryen non saranno coinvolti. La trama si incentrerà sull’Età degli Eroi: l’epoca che va dall’alleanza fra i Figli della Foresta e i Primi Uomini (con il conseguente innalzamento della Barriera per opera dello Stark della leggenda, Brandon il Costruttore) all’invasione di Westeros da parte degli Andali (i Targaryen sarebbero stati la dominazione successiva).

FINALE

Jon Snow e Daenerys Targaryen
Jon Snow e Daenerys Targaryen

Tornando alla serie madre, un algoritmo eborato da una società di analisi dei dati ha calcolato le probabilità delle morti principali cui assisteremo.
Emilia Clarke, come il collega Kit Harington, è sicura del fatto che non tutti i fan saranno contenti per come si concluderà lo show. Secondo il parere di Sophie Turner, poiché la storia sarà più emozionante e conterrà più morti delle precedenti stagioni, il finale farà piangere diverse persone e dividerà i fan. Un importante defunto degli Stark, Robert (Richard Madden), scommette su Jon e Daenerys insieme.

Bran Stark sul trono di spade
Bran Stark sul trono di spade

Per Iain Glen il finale non piacerà a tutti e non risponderà esattamente a tutte le domande poste nel corso degli anni.
Michiel Huisman (il ritorno di Daario Naharis è ancora incerto) ha sempre pensato che a sedersi sul trono sarebbe stata una delle due sorelle Stark.Ma cosa ne pensano gli scommettitori? Secondo loro, il favorito a sedersi sul trono di spade sarà nientemeno che il giovane Bran Stark (ricordiamo che il personaggio si è nientemeno evoluto nel Corvo con Tre Occhi).

LA GRANDE BATTAGLIA

Tyrion Lannister sul trono di spade
Tyrion Lannister sul trono di spade

Coster-Waldau, uno di quelli che non si aspettava che il suo personaggio sarebbe mai arrivato alla fine del percorso, annuncia che il finale sarà sorprendente, doloroso e soprattutto inevitabile: si è commosso nel girare la sua ultima scena, del resto il suo personaggio è uno di quelli che ha subito più cambiamenti. Il “suo fratello nato da un’altra madre”, come Peter Dinklage ha definito Coster-Waldau alla scorsa cerimonia degli Emmy, si ritiene d’accordo e ha anticipato come la storica Battaglia dei Bastardi vista nella sesta stagione verrà qui addirittura superata di gran lunga: non sono pochi ormai gli indizi sul fatto che le scene d’azione e in particolare la battaglia dell’epilogo sarnno qualcosa di spettacolare e di mai visto prima.
Gli ha fatto eco Vladimir Furdik (il Re della Notte in persona) che ha definito “epica” la battaglia finale: è stata girata in ben cinquantacinque notti e al suo confronto la Battaglia dei Bastardi sembrerà un parco a tema (parola di Tyrion Lannister).

Il Re della Notte sul trono di spade
Il Re della Notte sul trono di spade

Dalle rivelazioni (consistenti) dell’attrice Sophie Turner (presto sul grande schermo con X-Men: Dark Phoenix), abbiamo appreso che nell’ultima battaglia, finalmente anche Sansa indosserà un’armatura per quanto il personaggio vi avrà uno spazio marginale: un completo di nero lucido totalmente avvolgente in pandant con la parrucca rossa (solo nelle stagioni iniziali tingeva i capelli, prima che gli stessi scolorissero).

TEORIE

Finn Jones (Iron Fist)
Finn Jones (Iron Fist)

Molte sono le teorie circa quanto dovremmo aspettarci dal finale. Qui proponiamo solamente quella che maggiormente condividiamo ed espressa da uno degli ex attori della serie: Finn Jones, ovvero l’Iron Fist della Marvel, un tempo Loras Tyrell. L’attore ritiene che nessuno si siederà sul trono e che il potere verrà distribuito equamente fra i regni.

In pratica: termina la monarchia, comincia la democrazia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao!

Questo sito web, come tutti gli altri, utilizza cookie. Se vuoi vedere quali sono i cookie che utilizza puoi leggere la pagina policy privacy. Se vuoi disabilitare i cookie, lo puoi fare direttamente dal browser che utilizzi per navigare seguendo le istruzioni che trovi qui

Inline
Inline