IL VENDICATORE di Frederick Forsyth

IL VENDICATORE di Frederick Forsyth

IL CACCIATORE

Il Vendicatore di Frederick Forsyth agisce silenzioso sullo sfondo della guerra civile jugoslava. In quei drammatici anni che vanno dalla fine del controllo operato dal maresciallo Tito alle barbarie perpetrare da Milosevic.

Tutto comincia con il volontario Richard “Dick” Colenso, nipote del magnate canadese Steve Edmond. Il giovane rampollo è andato a prestare servizio civile in Jugoslavia, il suo buon cuore e la pulizia etnica ne fanno perdere le tracce. Il nonno, come già il miliardario Jean Paul Getty nella storia vera e nel film di Ridley ScottTutti i soldi del mondo, incarica il contractor conosciuto come il Cacciatore di ritrovare il nipote.

Tutti i soldi del mondo (2017) di Ridley Scott
Tutti i soldi del mondo (2017) di Ridley Scott

Il Cacciatore accerta la morte del ragazzo, la madre vuole vendetta, il nonno non ci pensa su due volte. Qui entra in scena…

IL VENDICATORE

Sull’avambraccio sinistro Calvin “Cal” Dexter ha tatuato un ratto di schiena, con la testa voltata verso chi guarda, che mostra le chiappe. Si è fatto le ossa in Vietnam con il nome in codice di Talpa: Tasso era invece il suo amico e mentore, altrimenti detto Rat Six. Entrambi hanno esplorato in lungo e in largo i cunicoli sotterranei di Cui Chi disseminati di trappole. C’era uno squadrone apposito per l’operazione, i Tunnel Rats.

Il Tasso e la Talpa sono accomunati dal ricordo, dalla lealtà, dal tatuaggio del ratto. Tornato in patria, Calvin diventa un rispettabile avvocato di provincia che si dedica alle cause pro bono con le quali si è fatto le ossa Jimmy McGill aka Saul Goodman in Better Call Saul.

Better Call Saul
Better Call Saul

Questo avvocato d’ufficio è abbonato alla rivista specializzata Vintage Airplane. Quando legge l’annuncio “Cercasi Avenger” chiude per ferie: va in giro per il mondo, raccatta criminali internazionali, e quando tutte le politiche di estradizione falliscono il Vendicatore li riporta negli USA per sottoporli a processo della giurisdizione americana.

DOPPIA VITA

Calvin conduce una doppia vita in stile Avengers al cinema. Egli è un giustiziere deciso a espiare le colpe del passato, e per completare le missioni affidategli dai facoltosi clienti si avvale di collaboratori salvati in tribunale come l’hacker Washington Lee (epigono del genio del computer immancabile in Mission: Impossible). Praticamente Calvin Dexter è l’ennesima versione dell’americano infallibile che può permettersi di fare giustizia in giro per il mondo mentre gli altri governi accumulano una cilecca dopo l’altra.

TRAPPOLA

L’autore combina la suspense da spy-thriller al genere avventuroso scegliendo come sfondo la storia politica contemporanea. Infatti meticolosi blocchi consecutivi, divisi per capitoli dai titoli didascalici, ripercorrono con precisione chirurgica lo scenario mondiale dalla guerra in Bosnia agli attentati dell’11 settembre 2001 (eccezione fatta per la genesi del veterano nella giungla vietnamita).

Mission: Impossible - Rogue Nation (2015) di Christopher McQuarrie
Mission: Impossible – Rogue Nation (2015) di Christopher McQuarrie

Le tessere del puzzle andranno magistralmente tutte al loro posto nell’ultima pagina, dopo la breve e adrenalinica parabola action nella Guyana francese, pronta a scattare come una di quelle trappole mortali disseminate da Charlie nei labirinti sotterranei. Una rivelazione inattesa (il tatuaggio del ratto) è quella che ci pone la dicotomia fra la scelta di salvare il mondo o di rispettare un’antica promessa fatta a un amico. “Chi sorveglia i sorveglianti?” dirà a un certo punto uno dei sorveglianti alle prese con il Vendicatore riferendosi a un secondo… ma chi sorveglia lui?

FILM

Il romanzo è stato pubblicato nel 2003. Nel 2006 Robert Markowitz ne ha tratto un film TV con Sam Elliott (interpreta Calvin Dexter; l’attore ricordiamo avere interpretato un ruolo di spicco nella serie originale di Missione Impossibile), Timothy Hutton (interpreta Frank McBride; l’attore è Premio Oscar per Gente comune) e James Cromwell (interpreta Paul Deveraux; lo ricordiamo ancora in Babe, maialino coraggioso più che in AHS o The Young Pope), prodotto da Wolfgang Peterson per Turner Network Television.

Babe, maialino coraggioso (1995) di Chris Noonan
Babe, maialino coraggioso (1995) di Chris Noonan

CHIE E’ FORSYTH?

Il più giovane pilota che la Royal Air Force abbia mai avuto, Frederick Forsyth divenne corrispondente per Reuters, reporter per la BBC, giornalista per il Daily Express e Time Magazine. Con i suoi libri più famosi ha ispirato il terrorista Carlos (che si faceva chiamare Sciacallo) e anticipato la realtà (I mastini della guerra in relazione ai mercenari di Simon Mann). Il maestro della spy story di stampo politico sa di cosa parla quando scrive: ha collaborato in prima persona con i servizi segreti, basti ricordare il suo viaggio in Italia nel 2009 è stato pagato dall’FBI perché studiasse la ‘Ndrangheta.

CONCLUSIONI

Lo stile giornalistico che ci presenta i rigorosi dossier biografici di ciascun personaggio ha la meglio sulle introspezioni psicologiche dei rispettivi e parte preponderante sull’intreccio: tant’è vero che al netto di quelle pagine il volume risulterebbe più che dimezzato.
Il Vendicatore è coinvolgente e mozzafiato, di ottimo livello, veloce, non raggiunge però le vette di capolavori e bestseller precedenti come Il giorno dello sciacallo e Dossier Odessa. Con il piglio di un tempo, ma senza lo smalto di una volta.

Nel salutarvi, vi invito a leggere Il Vendicatore di Frederick Forsyth, e a tornare su questa pagina per dirmi cosa ne pensate.

Finito di leggere: giovedì 18 aprile 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao!

Questo sito web, come tutti gli altri, utilizza cookie. Se vuoi vedere quali sono i cookie che utilizza puoi leggere la pagina policy privacy. Se vuoi disabilitare i cookie, lo puoi fare direttamente dal browser che utilizzi per navigare seguendo le istruzioni che trovi qui