L’UOMO DEL LABIRINTO di Donato Carrisi

L’UOMO DEL LABIRINTO di Donato Carrisi

LA RAGAZZA E L’UOMO

Dopo La ragazza nella nebbia (2015), ecco L’uomo del labirinto (2017). La vicinanza di temi è fissata anzitutto dal titolo: nel primo bestseller di Donato Carrisi avevamo una ragazza e la nebbia, stavolta abbiamo un uomo e un labirinto. I punti di contatto proseguono con la tipica ambientazione alla Carrisi che localizza le sue indagini in anonimi (nel senso di “non nominati”) posti semi-europei e semi-americani (un mix di geografia e toponomastica) all’interno di una bolla temporale indefinita.

Saw Legacy (2017) di Michael e Peter Spierig
Saw Legacy (2017) di Michael e Peter Spierig

La conferma che esista un “Universo Condiviso Carrisi” arriva quando il dottor Green, il profiler dai metodi poco ortodossi che segue da vicino Samantha Andretti (la ragazza scomparsa da piccola e quindici anni dopo ritrovata in una palude), le fa vedere in TV alcuni gruppi di preghiera radunatisi per lei fuori dall’ospedale dove è ricoverata. Non è la prima volta che succede, le dice, e le riporta l’esempio di quanto accaduto qualche tempo prima ad Avechot, la comunità alpina che è stata il set principale proprio de La ragazza nella nebbia.

UNIVERSO CONDIVISO CARRISI

Cube - Il cubo (1997) di Vincenzo Natali
Cube – Il cubo (1997) di Vincenzo Natali

Sullo stile dell’UCM, Universo Condiviso Marvel, quello di Carrisi continua a estendersi anche sul fronte del secondo protagonista di questa storia. Infatti, oltre al dottor Green, seguiremo anche la pista dello scalcinato detective privato Bruno Genko (no, non è Ginko). Abiti lerci, un’amica confidente transessuale e un “talismano” sempre in tasca: ovvero il certificato medico che gli diagnostica una vita brevissima.

Più del dottor Green, è forse quest’ultimo il protagonista assoluto dell’indagine. Fra le sue peripezie, Genko finirà per “estorcere” informazioni anche ad un agente del Limbo, la sezione di polizia dedicata ai casi di persone scomparse e con tendenza (come gli stessi soggetti cui dovrebbe indagare) a finire nel dimenticatoio. Nel Limbo trova quindi un alleato, l’agente Simon Berish, il quale ha già lavorato con Mila Vasquez della Squadra Speciale di investigazioni, la protagonista n.1 del bestseller di Donato Carrisi Il suggeritore (2009, vincitore tra gli altri del Premio Bancarella). Proprio un suggerimento della Vasquez, riportato per bocca di Berish, motiverà Bruno e lo metterà sulla strada giusta: “Loro non sanno di essere mostri“.

Escape Room (2019) di Adam Robitel
Escape Room (2019) di Adam Robitel

Per non parlare di quell’altra strizzata d’occhio a L’ipotesi del male (2013)…

BUNNY

Un giallo più psicologico che action con predilezione per i temi dai rimandi simbolici. Non a caso l’inquietante villain della storia cela la sua identità sotto una maschera da coniglio con gli occhi a forma di cuore, altrettanto macabro quanto il coniglio nero di Donnie Darko. Il cattivo in questione si fa chiamare Bunny ed espande la sua oscurità attraverso i cunicoli di un labirinto dove ama giocare con le sue vittime.

Donnie Darko (2011) di Richard Kelly
Donnie Darko (2011) di Richard Kelly

Per potere sopravvivere e arrivare al giorno successivo le sue prede devono sottoporsi a torture psico-fisiche (da Saw – L’enigmista) o risolvere enigmi particolarmente complessi (siamo dalle parti di Cube Il Cubo e i due recenti Escape Room). Fra fumetti pornografici e deep web, il labirinto fisico si intreccia a quello mentale e allora la realtà e la menzogna ne escono entrambe distrutte.

L’UOMO DEL FILM

Dopo il fulminante esordio alla regia di Donato Carrisi, che nel 2017 portava sul grande schermo La ragazza nella nebbia con Toni Servillo e Jean Reno, e per lo stesso film riceveva il Premio David di Donatello al miglior regista esordiente nientemeno che dalle mani di Steven Spielberg, era inevitabile che per il suo ritorno al cinema scegliesse la puntata n.2 del proprio Universo Condiviso dopo che entrambi i romanzi hanno scalato con Longanesi tutte le classifiche di vendita.
Previsto per il 2019, L’uomo del labirinto vedrà ancora una volta davanti la macchina da presa il trasformista Toni Servillo (è il dimesso Bruno Genko) e in sua compagnia una nuova star internazionale, non più Jean Reno, ma Dustin Hoffman (negli arruffati panni del dottor Green).

La ragazza nella nebbia (2017) di Donato Carrisi
La ragazza nella nebbia (2017) di Donato Carrisi

CONCLUSIONI

Donato Carrisi è uno dei migliori autori italiani di thriller, uno di quelli capaci di vendere milioni di copie in tutto il mondo. Debitore del thriller psicologico americano, e con un debole per i bambini scomparsi e i killer/rapitori machiavellici, anche ne L’uomo del labirinto ritroviamo tutti gli ingredienti della sua scrittura: lettura veloce data da ritmo serrato, cambi di prospettiva che favoriscono i colpi di scena, intreccio cinematografico che conduce al finale da serial… Quindi, un ultimo capitolo divisivo che sarebbe un crimine spoilerare.

Nel salutarvi, vi invito a leggere L’uomo del labirinto di Donato Carrisi, e a tornare su questa pagina per dirmi cosa ne pensate.

Finito di leggere: martedì 16 luglio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao!

Questo sito web, come tutti gli altri, utilizza cookie. Se vuoi vedere quali sono i cookie che utilizza puoi leggere la pagina policy privacy. Se vuoi disabilitare i cookie, lo puoi fare direttamente dal browser che utilizzi per navigare seguendo le istruzioni che trovi qui