Trailer e poster di UNDER THE BRIDGE

Trailer e poster di UNDER THE BRIDGE

Ecco il trailer di Under the bridge, miniserie ispirata a fatti realmente accaduti nel 1997 e raccontati nel libro La notte rossa di Rebecca Godfrey. Insieme alle protagoniste Riley Keough (che interpreta la scrittrice del libro) e Lily Galdstone (una poliziotta che indaga sulla scomparsa di una ragazza) anche Vritika Gupta (la quattordicenne Reena virk, misteriosamente scomparsa dopo essere andata al party di alcuni amici), Chlow Guidry, Javon “Wanna” Walton, Izzy G., Aiyana Goodfellow, Ezra Faroque Khan e Archie Panjabi.

L’adattamento è stato curato da Quinn Shephard, nel team dei produttori ci sono anche Samir Mehta, Liz Tigelaar, Stacey Silverman e Getta Patel (che ha firmato anche la regia) in collaborazione con Godfrey e Tara Duncan, la Keough è invece produttrice esecutiva insieme a Gina Gammell. La serie arriverà su Hulu il prossimo 17 aprile. Ed ecco il poster:

Ecco la descrizione ufficiale da Amazon: “Il 14 novembre 1997, nei dintorni di Victoria, in Canada, la quattordicenne Reena Virk scompare. Passeranno otto giorni prima che il suo corpo venga ritrovato senza vita sotto un ponte: la sua morte sconvolge la comunità e l’intera nazione, perché Reena e` stata uccisa da un gruppo di suoi coetanei, alcuni dei quali neanche la conoscevano. Rebecca Godfrey, all’epoca scrittrice e artista ventinovenne, si appassiona al caso e indaga sulle circostanze e sui responsabili dell’orribile delitto: ragazzi e ragazze colpevoli di aver massacrato Reena quasi per gioco, con spietata incoscienza; giovani come tanti altri, travolti da un disagio esistenziale che si propaga prima di esplodere in un gesto di efferata violenza. In questo resoconto vivido e avvincente, arricchito da una nota dell’autrice e da una postfazione di Mary Gaitskill, Rebecca Godfrey ricostruisce la verità attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti. Entra nel loro cuore, ne mette a nudo il carattere, le fragilità, la disperazione. E con sguardo lucido e profondissima empatia racconta l’esperienza inevitabile e spaventosa del crescere, in una storia vera di emarginazione e bullismo, di accettazione e redenzione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao!

Questo sito web, come tutti gli altri, utilizza cookie. Se vuoi vedere quali sono i cookie che utilizza puoi leggere la pagina policy privacy. Se vuoi disabilitare i cookie, lo puoi fare direttamente dal browser che utilizzi per navigare seguendo le istruzioni che trovi qui