APPARTAMENTO A ISTANBUL di Esmahan Aykol

APPARTAMENTO A ISTANBUL di Esmahan Aykol

IL BOSFORO NEL MEZZO

Giornalista (anche radiofonica) e per breve periodo anche barista, Esmahan Aykol (1970, Edirne, Turchia) è conosciuta principalmente per la quadrilogia (conto ad oggi) dei romanzi gialli sulla libraia-detective Kati Hirschel. Il primo romanzo della serie, oltre che esordio nella narrativa della Aykol, è Hotel Bosforo (2001), cui è seguito Appartamento a Istanbul (2004). Lo stretto del Bosforo, se da una parte unisce il Mar Nero al Mar Marmara, dall’altra divide la sconfinata città di Istanbul in due, la parte europea e quella asiatica.

Kati è una berlinese trapiantata da quindici anni a Istanbul, e dove gestisce una libreria specializzata in gialli, sua grande passione. Leggermente sovrappeso, over 40, capelli arancioni e tacchi vertiginosi, fuma per strada e veste scollata a differenza delle donne turche, dimentica sempre di pagare le tasse sui rifiuti e parla il turco non come un’immigrata ma addirittura meglio dei nativi. In Appartamento a Istanbul si è da poco lasciata con Selim, mentre la sua assistente Pelin pensa di cambiare lavoro. La libreria si trova nel quartiere di Kuledibi, nei pressi della torre di Galata, ma Kati sconfina spesso dal distretto europeo di Beyouglu nell’area del Corno d’Oro. In una di questa escursioni, alla ricerca di un appartamento in vendita, Kati si scontra con un losco affarista che specula in aree edificabili. L’uomo, che appartiene alla mafia dei parcheggi, il giorno dopo viene ritrovato morto. L’alterco con Kati rende la donna la principale sospettata del delitto agli occhi della polizia “ufficiale”, in particolare del commissario capo della squadra omicidi, Batuhan Onal, con il quale Kati aveva flirtato circa un anno prima. Chiaramente questo non la fermerà, anzi!

Appartamento a Istanbul_Libri Senza Gloria
Appartamento a Istanbul_Libri Senza Gloria

Come ogni bravo investigatore (per quanto involontario), Kati è una ficcanaso: con la stessa curiosità con la quale sbriga una miriade di pratiche quotidiane si ferma ad ascoltare la storia di chiunque incontri. E come succede a ogni suo “collega”, in particolare ricordiamo i librai-detective di Zafòn (leggi QUI la recensione de L’ombra del vento) finisce per scoprire gli sporchi e insospettabili altarini delle classi più alte. La vittima guadagnava dal controllo dei posteggi in centro, ma dietro di lui c’era la criminalità organizzata. Emerge il ritratto di un uomo circondato in vita da tante amanti, parenti avidi e soci invidiosi, vicino ai circoli dei politici fondamentalisti.

STILE E CONCLUSIONI

I contorni di questa storia metropolitana assumono senso man mano che si definiscono gli spericolati confini di Istanbul, una città più europea di come la immaginiamo, e che di orientale conserva ben poco ormai. Una città dove l’inverno dura nove mesi l’anno, il traffico fa ammattire e i tassisti sfrecciano come matti, dove si chiama il panettiere urlando dalla finestra ma si entra in casa sfilando le scarpe, e dove la corruzione è un fatto assodato. La Istanbul che la Aykol dimostra di conoscere bene nella sua quotidianità è una città dove predomina un certo cosmopolitismo orientale, un paese in continua trasformazione e diviso a metà dal Bosforo tra le tradizioni e il futuro. Un mondo vivace e veloce che si rispecchia nella scrittura pulsante e nel ritmo spumeggiante dell’autrice, la quale ricorre a un tono confidenziale scrivendo in prima persona e spesso rivolgendosi direttamente al lettore.

Esmahan Aykol

Posso capire la ragione per cui molti lettori abbiano trovata Kati come un personaggio antipatico, forse perché ora presuntuosa ora superficiale sotto il profilo psicologico. La verità è che questa improvvisata investigatrice tedesca che si muove con tale disinvoltura nel mondo turco da diventare una perfetta istanbuliota, ha delle motivazioni veramente forti e numerose imprendibili sfumature, tutte colte dall’inconfondibile tratto di umorismo rosa che solo la sua autrice è in grado di conferirle.

Finito di leggere: martedì 11 gennaio 2022.

Nel salutarvi, vi invito a leggere Appartamento a Istanbul di Esmahan Aykol, e a tornare su questa pagina per dirmi cosa ne pensate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ciao!

Questo sito web, come tutti gli altri, utilizza cookie. Se vuoi vedere quali sono i cookie che utilizza puoi leggere la pagina policy privacy. Se vuoi disabilitare i cookie, lo puoi fare direttamente dal browser che utilizzi per navigare seguendo le istruzioni che trovi qui