L’ARTE DELLA GIOIA: il trailer e il poster

L’ARTE DELLA GIOIA: il trailer e il poster

Ecco il primo trailer de L’arte della gioia tratto dall’omonimo romanzo postumo di Goliarda Sapienza (leggi QUI la nostra recensione), serie TV che segna il debutto come regista di Valeria Golinoper l’adattamento destinato a Sky e alla piattaforma di streaming NOW. La prima puntata sarà presentata in anteprima mondiale alla 77esima edizione del Festival di Cannes come evento speciale in occasione di un Q&A con il regista, a 100 anni dalla nascita di Goliarda Sapienza. Della serie è stato realizzato anche un montaggio cinematografico che uscirà in sala più avanti quest’anno: la prima parte dal 30 maggio, la seconda dal 13 giugno.

Nel cast Tecla Insolia (la giovanissima Modesta, protagonista spregiudicata, sensuale e coraggiosa), Jasmine Trinca (Leonora, madre superiora del convento in cui Modesta verrà accolta ancora bambina, dimora deli Brendiforti, la famiglia nobile e benestante di Leonora), Guido Carpino (Carmine, l’uomo che gestisce le terre della villa del Carmelo), Alma Noce (Beatrice, la più giovane erede della famiglia Brandiforte), Valeria Bruni Tedeschi (la principessa Gaia, che guida al famiglia Brandiforte), Giovanni Bagnasco (Ippolito, figlio di Gaia e unico vero erede dei Brandiforti) e Giuseppe Spata (Rocco, l’autista dei Brandiforti). La sceneggiatura è firmata da Valeria Golino, Francesca Marciano, Valia Santella, Luca Infascelli e Stefano Sardo. La serie è prodotta da Sky e da Viola Prestieri per HT Film con il sostegno della Regione Siciliana – Assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo – Sicilia Film Commission. Ed ecco anche il poster:

Ecco la descrizione ufficiale da Amazon: ” “L’arte della gioia” è un libro postumo: giaceva da vent’anni abbandonato in una cassapanca e, dopo essere stato rifiutato da molti editori, venne stampato in pochi esemplari da Stampa Alternativa nel 1998. Ma soltanto quando uscì in Francia ricevette il giusto riconoscimento. Nel romanzo tutto ruota intorno alla figura di Modesta: una donna vitale e scomoda, potentemente immorale secondo la morale comune. Una donna siciliana in cui si fondono carnalità e intelletto. Modesta nasce in una casa povera ma fin dall’inizio è consapevole di essere destinata a una vita che va oltre i confini del suo villaggio. Ancora ragazzina è mandata in un convento e successivamente in una casa di nobili dove, grazie al suo talento e alla sua intelligenza, riesce a convertirsi in aristocratica attraverso un matrimonio di convenienza. Tutto ciò senza smettere di sedurre uomini e donne di ogni tipo. Amica generosa, madre affettuosa, amante sensuale: Modesta è una donna capace di scombinare ogni regola del gioco pur di godere del vero piacere, sfidando la cultura patriarcale, fascista, mafiosa e oppressiva in cui vive. “L’arte della gioia” è l’opera scandalo di una scrittrice. È un’autobiografia immaginaria. È un romanzo d’avventura. È un romanzo di formazione. Ed è anche un romanzo erotico, e politico, e psicologico. Insomma, è un romanzo indefinibile, che conquista e sconvolge.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao!

Questo sito web, come tutti gli altri, utilizza cookie. Se vuoi vedere quali sono i cookie che utilizza puoi leggere la pagina policy privacy. Se vuoi disabilitare i cookie, lo puoi fare direttamente dal browser che utilizzi per navigare seguendo le istruzioni che trovi qui